Home » Testi

Testi

*

L'AUTOGLORIFICAZIONE  DEI  ROMAGNOLI

Quanto è vera l'immagine comune dei romagnoli e della cosidetta "romagnolità".

Tautoglor.pdf Tautoglor.pdf [411 Kb]

*

LA  "MALAMORTE"

Le tracce di questa antica paura si riscontrano ancora nelle orazioni popolari della Romagna.

Tmalamor.pdf Tmalamor.pdf [292 Kb]

*

I  "BENANDANTI"  E  LA  ROMAGNA

C'è qualche traccia di queste figure nella nostra regione?

Tbenandrom.pdf Tbenandrom.pdf [508 Kb]

*

LA  ZIRUDELA

Il contenuto artistico-popolare di questa composizione la rivela figlia delle antiche ballate medievali di menestrelli e buffoni di corte.

Tzirudel.pdf Tzirudel.pdf [461 Kb]

*

LE  STAMPE  ROMAGNOLE  SU  TESSUTO

Un'ipotesi sull'origine dei motivi grafici di questi prodotti conduce a considerarli elementi di unione di culture lontane tra loro.

Tstamrom.pdf Tstamrom.pdf [596 Kb]

*

IPOTESI  SUL  TOPONIMO  "SACRAMORA"

Considerazioni sulle possibili origini di un toponimo.

Tsacram.pdf Tsacram.pdf [438 Kb]

*

FORME  PARENTALI  IN  ROMAGNA

L'evoluzione delle forme  parentali e del concetto di "totem" sociale si è evoluto nel tempo fino ai patronimici famigliari.

Tforparent.pdf Tforparent.pdf [614 Kb]

*

L'UCCISIONE  DEL  CAPRO

Nella tradizionale "festa dei becchi" romagnola sopravvive l'antico concetto del "capro espiatorio".

Tuccicapr.pdf Tuccicapr.pdf [752 Kb]

*

MOSTRI  MARINI  E  MOSTRI  TERRESTRI

Il paesaggio geografico romagnolo contribuisce alla creazione del bestiario immaginario ed alla differenziazione zoomorfica.

Tmomarin.pdf Tmomarin.pdf [506 Kb]

*

LA  RELIQUA  OGGI,  RESIDUO  RELIGIOSO  PRECRISTIANO

In Romagna permangono alcune tradizioni religiose precristiane testimoniate da piccoli oggetti di culto popolare.

Tbullrom.pdf Tbullrom.pdf [277 Kb]

*

I  LUMINOSI  E  MAGICI  ALBERI  (DI  NATALE)

L'albero della vita e quello "della libertà" dei giacobini antesignani del moderno simbolo natalizio.

Tabernat.pdf Tabernat.pdf [792 Kb]

*

LA  SEGAVECCHIA  NON  E'  LA  "VECCHIA  SEGATA"

L'analisi su base antropologica di questa festa tradizionale ci permette di corregerne l'interpretazione corrente.

Tsegavecc.pdf Tsegavecc.pdf [314 Kb]

*

IL  DRAGO  NELLE  TRADIZIONI  POPOLARI  ROMAGNOLE

Le origini della figura del drago nel patrimonio popolare romagnolo

Tdraghrom Tdraghrom [507 Kb]

*

IL  DIAVOLO  IN  ROMAGNA

L'analisi etimologica di alcuni termini chiarisce certi strani appellativi romagnoli del demonio.

Tdiarom.pdf Tdiarom.pdf [539 Kb]

*

I  LUOGHI  URBANI  DELLA  VITA  E  DELLA  MORTE

Dai crocicchi alle moderne edicole religiose permangono, nelle tradizioni romagnole, testimonianze su antiche divinità legate al simbolismo del ciclo vitale dell'uomo.

Tcrocic.pdf Tcrocic.pdf [483 Kb]

*

STORIA - I  MISTERIOSI  CAMPIONI  DEL  CONVENTO  CAPPUCCINO  DI  CESENATICO

s CAMPIONI.PDF s CAMPIONI.PDF [458 Kb]

*

FOLKLORE ROMAGNOLO E FOLKLORE SARDO

L'analisi antropologica mette in evidenza parentele tra le manifestazioni folkloriche delle due regioni, a dimostrazione dell'antichità delle origini delle tradizioni.

Tfolksard.pdf Tfolksard.pdf [538 Kb]

*

CAPPUCCETTO ROSSO, O LA MEMORIA DIMENTICATA

Le varianti nelle fiabe e nei racconti mitologici sono funzionali alle culture che le utilizzano.

Tcapross.pdf Tcapross.pdf [402 Kb]

*

STORIA - BASTIONI A CESENATICO

Sono realmente esistiti bastioni difensivi a Cesenatico?

*

STORIA - L'ANTICA  TOPONOMASTICA  DI  CESENATICO

Le modificazioni dei nomi delle vie sono uno strumento per comprendere lo sviluppo sociale e storico di un paese.

*

L'AMBRA, LE LACRIME NEL FIUME PO

Lungo le vie commerciali della Romagna antica si tramandavano logiche commerciali, metodi di lavorazione ed antiche tradizioni.

Tambrlacr.pdf Tambrlacr.pdf [367 Kb]

*

L'ESORCISMO E LA GUARIGIONE

I riti tradizionali delle "medicone" romagnole e gli esorcismi traggono le origini da antichi rituali religiosi.

Tsegnmal.pdf Tsegnmal.pdf [319 Kb]

*

IL  RIVOLTAGLIO

Interpretazione romagnola di un antico rito matrimoniale pagano.

Trivolta.pdf Trivolta.pdf [450 Kb]

*

ROMAGNA TERRA DI CONTIGUITA'

Quali dati abbiamo per definire i confini culturali di un paese?

Tromcern.pdf Tromcern.pdf [679 Kb]

*

ANTROPOLOGIA DEL GIOCO

I bambini romagnoli, come i loro coetanei in tutto il mondo, hanno appreso dai giochi le prime regole della convivenza sociale. 

Tantrogio.pdf Tantrogio.pdf [387 Kb]

*

MORTE E RINASCITA

Il tentativo di negare la morte è vecchio come il mondo,
dalla reincarnazione della cultura indù all’ «arcarvè» della Romagna.

Trinas.pdf Trinas.pdf [407 Kb]

*

DAI  "FLAGELLANTI"  AI  "BATTUTI"  DI  FORLI'

Indagine antropologica di un antico fenomeno religioso e sociale

Tflabatt Tflabatt [393 Kb]

*

QUESTO MONDO E L’ALTRO MONDO
I rituali tradizionali romagnoli legati alla fine dell’anno
sono simili ad altri, presenti in tutta Europa.

Tquestaltrmon Tquestaltrmon [458 Kb]

*

IL RAPPORTO CON LE DIVINITA’:
PAURA, PARITA’ O FELICE SOTTOMISSIONE ?
L’uomo ha avuto un rapporto sempre
mutevole nei suoi rapporti “di scambio di favori” con le divinità.

Trestituzio Trestituzio [392 Kb]

*

CI SONO TANTI “PICCOLI POPOLI”
Incidenza del nanismo e della figura del bambino
sulla mitologia della colpevolezza e dell’innocenza.

Tpiccpop Tpiccpop [548 Kb]